Ricerca Avviata

Le Persone

Dirigente scolastico

Chi è: STEFANIA MANUELA PUTZU

Cosa fa: 

  • cura la definizione del POF e ne assicura l’attuazione;
  • assicura il funzionamento generale dell’istituzione scolastica;
  • promuove e sviluppa l’autonomia didattica, organizzativa e di ricerca, sperimentazione e sviluppo;
  • garantisce il pieno esercizio dei diritti costituzionalmente tutelati quali: il diritto di apprendimento degli alunni, la libertà d’insegnamento dei docenti e la liberta di scelta educativa delle famiglie;
  • promuove le iniziative utili a favorire il successo formativo degli alunni;
  • cura il raccordo e l’interazione tra le componenti scolastiche;
  • promuove la collaborazione tra risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio;
  • interagisce con gli enti locali;
  • promuove l’innalzamento delle qualità dei processi formativa;
  • sostiene l’attività didattica, di ricerca di sperimentazione, di sviluppo;
  • predispone gli opportuni interventi per l’orientamento, il sostegno, il recupero.

Il Dirigente riceve il pubblico per appuntamento da concordare con la segreteria al seguente indirizzo: NAPM07000@istruzione.it

Organigramma

La complessa organizzazione della scuola necessita di più competenze e ruoli per far fronte alle molteplici esigenze che il funzionamento dell’Istituto richiede. Il Dirigente scolastico, nell’ articolata gestione dell’Istituto, è coadiuvato  nell'amministrazione e nella didattica dalle diverse figure di seguito elencate:

Il Direttore dei servizi generali e amministrativi a cui è affidata:

  • direzione del personale ATA;
  • organizzazione dei servizi scolastici di tipo contabile e amministrativo;
  • predisposizione delle varie attività tecniche dell'istituto in cui lavora;
  • pianificazione di ogni attività richiesta dal Dirigente scolastico;

Il coordinatore di classe,  nominato dal Dirigente Scolastico, è un vero e proprio punto di riferimento in quanto rappresenta il collegamento tra corpo docente, alunni, famiglie e Presidenza. Il suo incarico non è semplice ma si prefigura come un’attività articolata che deve tener conto degli obblighi legislativi, didattici e sociali inerenti al mondo della scuola.

Il coordinatore di indirizzo a cui è affidata  la cura organizzativa e didattica per fare emergere le specificità di ogni indirizzo di studio

Il coordinatore per il sostegno che si occupa dell’inclusione scolastica e sociale degli studenti con esigenze formative speciali

L’animatore e il team digitale che si occupano dell’implementazione del PNSD

FUNZIONI STRUMENTALI

I docenti incaricati di Funzione Strumentale si occupano di quei settori dell'organizzazione scolastica per i quali si rende necessario ottimizzare e ampliare le risorse, monitorare la qualità dei servizi e favorire formazione e innovazione.

Nel nostro Istituto sono operative quattro aree di funzioni strumentali, assegnate a cinque docenti, come di seguito indicato:

  • Area 1 – Gestione del P.T.O.F. (due funzioni strumentali)
  • Area 2 - Supporto ai docenti e attività di form. e aggiornamento (funzione inclusa nell'incarico di vicepresidenza)
  • Area 3 – Accoglienza e Inclusione alunni B.E.S. (Una funzione strumentale)
  • Area 4 – Scuola-Territorio (una funzione strumentale)

Tutti i docenti incaricati di Funzione Strumentale dovranno confrontarsi sistematicamente con la Dirigenza, con le altre funzioni strumentali, con i vari referenti dell’Istituto, con gli Organi Collegiali, con i docenti e il personale ATA, con le famiglie, con gli studenti, con i rappresentanti degli Enti Locali e altre istituzioni/associazioni al fine di promuovere l’ampliamento dell’offerta formativa e la sua costante crescita qualitativa.